Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

sito non più aggiornato
 

Sezioni

Tu sei qui: Home / Ricerca / 2012

Responsabile Donato Colangelo
Settore di ricerca Farmacologia
Personale docente Ilario Viano   
Personale non-docente                       
Obiettivi della ricerca 1) Messa a punto di metodiche di studio di veicolazione attraverso nanoparticelle funzionalizzate con anticorpi e farmaci antiproliferativi.
Risultati ottenuti 1) Con questa ricerca abbiamo valutato la possibilità di veicolare in modo selettivo farmaci antineoplastici, come la doxorubicina, utilizzando nanoparticelle che hanno esposto un anticorpo specifico per le sole cellule tumorali. I risultati sono stati molteplici. Anzitutto abbiamo dimostrato la possibilità di legare in modo quantitativo a nanoparticelle di idrossiapatite contemporaneamente sia la doxorubicina che l`anticorpo anti-MET. Inoltre, abbiamo valutato il comportamento cellulare di questo complessi. Dai dati ottenuti, abbiamo dimostrato che esse sono in grado di essere vescicolate e di rilasciare la doxorubicina in modo tempo-dipendente. Questi risultati sono stati ottenuti con metodiche di microscopia confocale e TEM. I dati sulla tossicità dimostrano un rilascio controllato del farmaco ed una selettività di rilascio sulle sole cellule che esprimevano MET sulla superficie. Questo lavoro è stato fatto in collaborazione con la Prof.sa Prat dell’Istologia dello stesso Dipartimento. 
Obiettivi della ricerca 2) Studi sull`attività e disegno di farmaci a base metallica.
Risultati ottenuti 2) Questa ricerca, frutto di una collaborazione con il Prof. Osella del Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica dello stesso Ateneo, ha riguardato lo studio di complessi di Pt(IV) con leganti policarbonati esterificati. I risultati da noi ottenuti, hanno dimostrato che questi complessi sono in grado di entrare nelle cellule e di essere trasformati in Pt(II)-diamminodicloro, composto attivo in grado di attaccare il DNA delle cellule. Questa trasformazione sembra avvenire soprattutto in ambiente leggermente acido, tipico delle cellule in attiva proliferazione neoplastica.  
Obiettivi della ricerca 3) Analisi farmacocinetica e ottimizzazione dei protocolli terapeutici in pazienti critici.
Risultati ottenuti 3) Razionalizzazione farmacocinetica della politerapia in pazienti con sepsi, in collaborazione con il Dott. Olivieri del reparto di Rianimazione dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara. Questa ricerca ha inteso analizzare i principali fattori da considerare per ottimizzare dosi e protocolli terapeutici da adottare nelle differenti tipologie di pazienti settici in rianimazione.I risultati sono ancora preliminari e indicano soprattutto la necessità di valutare i singoli casi con estrema attenzione. La razionalizzazione delle terapie da effettuare in urgenza dipende da molteplici variabili e soprattutto dipende dalla gravità del quadro patologico del paziente e dall`interessamento degli emuntori. Una casistica più allargata forse permetterà di giungere a conclusioni più utili alla gestione del paziente settico. 
Collaborazioni in atto   
Comunicazioni a congressi   
Pubblicazioni