Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

sito non più aggiornato
 

Sezioni

Tu sei qui: Home / Ricerca / 2011

Responsabile Sandra Brunelleschi
Settore di ricerca Farmacologia
Personale docente    
Personale non-docente Angela Amoruso  Claudio Bardelli  Donata Federici Canova               
Obiettivi della ricerca 1) Effetti di microparticelle (MPs) di origine monocitaria in monocito/macrofagi umani e cellule alveolari polmonari
Risultati ottenuti 1) I risultati ottenuti dimostrano che le microparticelle (prodotte in monociti umani stimolati con lo ionoforo del calcio, A 23187, 12 microM) inducono, in maniera dose-dipendente, la produzione di radicali liberi dell`ossigeno, la liberazione di citochine pro-infiammatorie (TNF-alfa e IL-6) e l`attivazione di NF-kB in monociti umani e macrofagi differenziati in vitro a partire da monociti (MDM), dimostrando così, per la prima volta, la capacità delle MPs di origine motocitaria di agire con meccanismi autocrini. Gli effetti ottenuti sono stati confrontati con quelli indotti da PMA. Inoltre, queste MPs aumentano anche l`espressione di proteina PPAR-gamma in tutte le popolazioni cellulari valutate. I risultati dimostrano che le MPs di origine monocitaria esercitano sia effetti pro-infiammatori che anti-infiammatori nei monocito/macrofagi umani. Il lavoro è stato pubblicato (Bardelli et al.) in British Journal of Pharmacology nel 2012 (Epub 2011).
Inoltre, in collaborazione con Colleghi di Pisa, abbiamo contribuito a dimostrare che le MPs di origine monocitaria inducono l`attivazione di NF-kB e la sintesi di IL-8 e MCP-1 sia in una linea cellulare dell`epitelio alveolare (A459) che in cellule epiteliali bronchiali umane, ottenute da lavaggio bronco-alveolare. Anche questi risultatoi sono stati pubblicati (Neri et al) su Eur. Respir. J. nel corso del 2011. 
Obiettivi della ricerca 2) Effetti della modulazione PPAR-gamma (agonisti ed antagonisti) in fisopatologia polmonare
Risultati ottenuti 2) In collaborazione con colleghi dell`Università di Pisa, abbiamo contribuito a dimostrare che gli agonisti PPAR-gamma (rosiglitazone e 15-d-PGJ2) inibiscono l`attivazione di NF-kB e la sintesi di IL-8 e MCP-1 indotta da microparticelle (MPs) di origine monocitaria in cellule epiteliali polmonari: gli effetti di PPAR-gamma sono revertiti dall`antagonista GW9662 (Neri et al., 2011).
In un modello in vivo di desensibilizzazione beta-2 adrenergica omologa, indotto nella cavia dalla somministrazione di salbutamolo, sempre in collaborazione con colleghi pisani, abbiamo contribuito a dimostrare che il rosiglitazone preserva l`azione broncodilatatrice del salbutamolo, riduce l`iperresponsività al carbacolo e ristora, almeno parzialmente, il numero di recettori beta-2 adrenergici. Il lavoro è stato pubblicato su Br J Pharmacol nel 2011 (Fogli et al). Inoltre, gli agonisti PPARgamma inibiscono l`attivazione indotta da MPs nei monocito/macrofagi umani; questo risultato è stato pubblicato su Br. J. Pharmacol nel 2012 (Epub 2011; Bardelli et al.).  
Obiettivi della ricerca 3) Proprietà anti-infiammatorie di clovamide ed estratti di cacao
Risultati ottenuti 3) In collaborazione con il Prof. Arlorio (Facoltà di Farmacia), abbiamo dimostrato che la clovamide (presente, tra l`altro, nel cacao) inibisce, in maniera dose-dipendente la produzione di anione superossido, la liberazione di citochine infiammatorie e la traslocazione di NF-kB in monociti umani stimolati con PMA. Gli effetti della clovamide sono superiori a quelli dell`acido rosmarinico e di due differenti estratti di cacao. Il lavoro è stato pubblicato su J Agric Food Chem nel 2011 (Zeng et al., 2011). 
Obiettivi della ricerca 4) Ruolo dell`autofagia in patologie umane: una prospettiva di genere
Risultati ottenuti 4) In collaborazione con Colleghi romani e sassaresi, abbiamo contribuito a valutare il ruolo dell`autofagia in differenti patologie (cancro, malattie neurodegenerative, malattie cardiovascolari, malattie infiammatorie ed auto-immuni, evidenziando, laddove presenti, le eventuali differenze di genere. Questa review è stata pubblicata nel 2011 su J Cell Mol Med (Lista et al). 
Obiettivi della ricerca 5) Espressione di PPAR-gamma in monocito/macrofagi di pazienti affetti da artrite reumatoide e sua relazione con grado di severità della malattia
Risultati ottenuti 5) In collaborazione con colleghi clinici, abbiamo evidenziato che i monocito/macrofagi di pazienti affetti da artrite reumatoide (RA; tutti in terapia farmacologica con DMARDs, specie metotressato -MTX-, e/o glucocorticoidi a basso dosaggio) presentano più elevati livelli di PPAR-gamma (sia proteina che mRNA) rispetto ai volontari sani. Inoltre, le cellule ottenute da pazienti con malattia meno severa (ovvero, DAS28 <3.2) presentano più alti livelli di espressione di PPAR-gamma e più bassa attività metalloproteasica (MMP-9) dei pazienti con RA più grave (DAS > 3.2). Sia MTX che il metilprednisolone, valutati in vitro a concentrazioni terapeutiche, sono in grado di aumentare l`espressione di PPAR-gamma e ridurre l`attività di MMP-9. Pertanto, PPARgamma potrebbe rappresentare un marker di severità della malattia e, al tempo stesso, un indicatore dell`efficacia di terapia. Il manoscritto (Palma, Sainaghi, Amoruso, Fresu, Avanzi, Pirisi & Brunelleschi) è stato inviato a Rheumatology ed è attualmente in fase di revisione. 
Collaborazioni in atto Prof. H.W. Zeng e Prof. Zhang, Università di Shangai, Cina
Prof. M. Perretti, William Harvey Research Institute, Londra
 
Comunicazioni a congressi  1)Bardelli C, Zeng HW, Locatelli M, Amoruso A, Coisson JD, Travaglia F, Arlorio M and S. Brunelleschi. Anti-inflammatory properties of clovamide and Theobroma cacao phenolic extracts in human monocytes: evaluation of respiratory burst, cytokine release, NF-kB activation and PPARgamma modulation. 35° Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia, Il Farmaco dalla ricerca alla salute dell’uomo, Bologna 14-17 settembre 2011.
2)Amoruso A, Balbo P, Bardelli C, Federici Canova D, Fresu LG, Brunelleschi S. A possibile involvement of Monocyte-derived Microparticles (MdMP) in alveolar macrophages inflammatory responses. 35° Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia, Il Farmaco dalla ricerca alla salute dell’uomo, Bologna 14-17 settembre 2011.
3)Palma A, Sainaghi P, Amoruso A, Fresu LG, Avanzi G, Brunelleschi S. Expression of PPARgamma in monocytes and monocyte-derived macrophages (MDM) in patients with rheumatoid arthritis. 35° Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia, Il Farmaco dalla ricerca alla salute dell’uomo, Bologna 14-17 settembre 2011.
4)Federici Canova D, Amoruso A, Fresu LG, Padron J, Bolla M, Brunelleschi S. Anti-inflammatory effects of the CINOD NCX429 in human monocytes and macrophages. 35° Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia, Il Farmaco dalla ricerca alla salute dell’uomo, Bologna 14-17 settembre 2011.

 
Pubblicazioni
On the role of autophagy in human diseases: a gender perspective
Role of NF-kappaB and PPAR-gamma in lung inflammation induced by monocyte-derived microparticles
Rosiglitazone reverses salbutamol-induced beta2-adreneceptor tolerance in airway smooth muscle
Anti-inflammatory properties of clovamide and Theobroma cacao phenolic extracts in human monocytes: evaluation of respiratory burst, cytokine release, NF-kB activation, and PPARgamma modulation