Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

sito non più aggiornato
 

Sezioni

Tu sei qui: Home / Ricerca / 2010

Responsabile Cristina Bozzola
Settore di ricerca Anatomia Patologica
Personale docente Guido Monga  Renzo Boldorini  Alessandro Volpe
Personale non-docente Gianna Mazzucco  Antonella Di Domenico   Luisa Zegna   Francesca Mercalli            
Obiettivi della ricerca 1) VALUTAZIONE DELLA TECNICA DELLA CORE-BIOPSY NELLE MASSE TUMORALI DEL RENE
Risultati ottenuti 1) La tecnica della fine-needle biopsy è utilizzata per la diagnosi e per la valutazione di parametri morfologici e molecolari di importanza prognostica nelle masse tumorali di diversi organi (mammella, fegato, tiroide, ecc.). Tuttavia, questa tecnica non ha dato risultati soddisfacenti per quanto riguarda le masse renali. E' noto, inoltre, che la nozione del tipo istologico e del grading della neoplasia renale influenza la scelta dell'intervento terapeutico e ha un impatto sulla prognosi dei pazienti.
Lo scopo del lavoro è quello di impiegare la tecnica della core-biopsy nella diagnosi e nello studio delle neoplasie renali, confrontandone i risultati morfologici ed immunoistochimici con preparati istologici allestiti su materiale chirurgico. In particolare, lo studio anatomopatologico è eseguito da due anatomopatologi in doppio cieco per valutare l`accuratezza diagnostica della biopsia renale per quanto riguarda la diagnosi dell`istotipo e del grading tumorale in termini di interobserver variation. Lo studio è ancora in corso. 
Obiettivi della ricerca 2) RIVALUTAZIONE DEL TNM STAGING SYSTEM NELLE NEOPLASIE RENALI CONSIDERANDO COME FATTORE PROGNOSTICO L'INFILTRAZIONE, SENZA SUPERAMENTO, DELLA CAPSULA RENALE
Risultati ottenuti 2) Si tratta di uno studio multicentrico che coinvolge l'Azienda Ospedaliera Maggiore di Novara e l'Ospedale San Luigi di Orbassano. La valutazione anatomopatologica è stata svolta su casi di nefrectomia radicale eseguita per neoplasie, selezionati in baso allo stadio: sono stati valutati solo i tumori agli stadi pT1 e pT2 operati tra il gennaio 2000 ed il dicembre 2008. Lo scopo è stato quello di definire dal punto di vista istologico la pseudocapsula tumorale e di identificare dei criteri di analisi della sua invasione da parte della neoplasia, valutando patterns diversi di crescita tumorale di tipo sia espansivo sia infiltrativo. I dati raccolti dalla rivalutazione istologica dei preparati vanno confrontati con l'istotipo ed il grading tumorale e con il successivo follow-up dei pazienti con lo scopo di valutare il valore prognostico dell'atteggiamento tumorale nei confronti della pseudocapsula. Le elaborazioni statistiche sui dati raccolti sono in corso.  
Obiettivi della ricerca 3) STUDIO MULTICENTRICO DI AGOBIOPSIE RENALI IN PAZIENTI DIABETICI
Risultati ottenuti 3) La prevalenza di malattie renali glomerulari in pazienti affetti da diabete è maggiore rispetto alla popolazione generale. Queste comprendono sia la glomerulosclerosi diabetica sia la sovrapposizione di altre glomerulonefriti su glomerulosclerosi diabetica.
Attraverso un ampio studio multicentrico, il lavoro ha lo scopo di valutare la prevalenza delle diverse forme di glomerulonefrite e delle associazioni di queste con la glomerulosclerosi diabetica e di verificare l'influenza di glomerulonefriti sovrapposte a glomerulosclerosi diabetica per quanto riguarda la prognosi funzionale. Attualmente è in corso la raccolta dei dati clinici-laboratoristici di follow-up. 
Collaborazioni in atto Prof. Emanuele Albano
Dipartimento di Scienze Mediche
Università del Piemonte Orientale
Novara

Prof. Guido Martignoni
Dipartimento di Patologia
Facoltà di Medicina e Chirurgia
Università degli Studi di Verona 
Comunicazioni a congressi   
Pubblicazioni
Decreased kidney function and crystal deposition in the tubules after kidney transplant.
Phlebotomy improves histology in chronic hepatitis C males with mild iron overload.