Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

sito non più aggiornato
 

Sezioni

Tu sei qui: Home / Ricerca / 2008

Responsabile Giuseppina Oderda
Settore di ricerca Pediatria Generale e Specialistica
Personale docente Mara Giordano   
Personale non-docente Alice Monzani  Anna Rapa  Eleonora Tognato  Daniela Marinello            
Obiettivi della ricerca 1) Nuovi fattori di suscettibilità genetica per la Malattia Celiaca in regioni del DNA risultate candidate in seguito a studi di associazioni genomica
Risultati ottenuti 1)  Sono stati per ora raccolti i campioni di sangue di 80 bambini consecutivi in cui è stata eseguita la diagnosi di Malattia Celiaca mediante esame istologico della biopsia duodenale. Si sta procedendo all`estrazione del DNA su cui verranno ricercati i fattori di suscettibilità 
Obiettivi della ricerca 2) Accuratezza diagnostica degli anticorpi Anti-Gliadina Deaminata in bambini con Malattia Celiaca e Diabete Mellito di tipo I
Risultati ottenuti 2)  La determinazione degli anticorpi anti gliadina (AGA) non si è dimostrata per la Malattia Celiaca ed non è quindi più consigliato come test di screening. La determinazione degli anticorpi anti-Transglutaminasi tissutale ha invece dimostrato una buona accuratezza diagnostica ed è usato oggi per lo screening della malattia Celiaca. Tuttavia tale test non sembra essere adeguato per il valutare l’aderenza alla terapia dietetica che deve essere monitorata periodicamente nei bambini Celiaci. Scopo del nostro lavoro: valutare l’accuratezza diagnostica del dosaggio degli anticorpi Anti-Gliadina Deaminata in bambini Celiaci alla diagnosi e durante la terapia dietetica, e in un gruppo di controllo. Si esegue dosaggio con metodo ELISA degli anticorpi Anti-Gliadina Deaminata (A-DGP) in un gruppo di 80 bambini con diagnosi di Malattia Celiaca confermata con esame istologico della mucosa duodenale prelevata durante Esofago-Gastro-Duodenoscoipia, per valutare la sensibilità e specificità di questo test sierologico di nuova generazione sia come test di screening sia per il monitoraggio dell’aderenza alla terapia dietetica.
Sono stati per ora raccolti i sieri di 80 bambini con Malattia Celiaca e 80 controlli, e la sensibilità e specificità de test sono soddisfacenti, si valuterà ora l’adeguatezza diagnostica per il monitoraggio
 
Obiettivi della ricerca 3) Prevalenza dell’osteopenia ed osteoporosi in bambini con Malattia Celiaca e risultati della terapia dietetica
Risultati ottenuti 3) Misurando la densità minerale ossea con DEXA o QUS abbiamo valutato la prevalenza dell’osteopenia in 122 bambini con Malattia Celiaca, 62 di essi erano all’esordio e in 60 erano a a dieta senza glutine da 1 a 10 anni. La QUS si è dimostrata una tecnica adeguata per lo studio della densità ossea nei bambini Celiaci.
Con le varie tecniche adottate l’osteopenia risulta essere presente in circa il 43 – 56% dei bambini celiaci in fase attiva ed in 41 – 50% dei bambini celiaci dopo dieta senza glutine. La dieta senza glutine quindi non è in grado, da sola, di curare l’osteopenia.
Verranno ora seguito i bambini con osteopenia per valutare, mediante ripetizione della QUS ogni anno, per valutare la percentuale di guarigione con la sola terapia dietetica e la lunghezza del tempo necessario per la sua risoluzione 
Obiettivi della ricerca 4) Valutazione della grelina nella mucosa gastrica di bambini con gastrite e con malattia celiaca
Risultati ottenuti 4) Con metodo immunoistochimico abbiamo valutato il numero di cellule produttrici grelina e la loro intensità di colorazione. In tutti i casi studiati sia il numero di cellule produttrici grelina sia la loro intensità è risultata sempre significativamente Maggiore nella mucosa del fondo gastrico rispetto alla mucosa dell’antro. Inoltre nei bambini con gastrite da Helicobacter pylori ed una alta carica batterica le cellule produttrici grelina erano significativamente ridotte nel fondo gastrico
 
Obiettivi della ricerca 5) Analisi della prevalenza e della presentazione clinica dei bambini con Ulcera gastrica o duodenale. Studio Multicentrico caso-controllo Europeo
Risultati ottenuti 5) Per la durata di 1 anno tutti i dati relativi a bambini sottoposti ad Esofago-Gastro-Duodenoscopia in 6 Centri Europei e che risultino essere affetti da Ulcera Gastrica o Duodenale, varranno raccolti, analizzati e confrontati con i dati di controlli di stessa età ed etnia (due controlli per ogni caso). 
Collaborazioni in atto Prof. Sibylle Koletzko, Monaco
Prof. Samy Cadranel, Brussel
Dr. Nicholas Kalatche, Paris 
Comunicazioni a congressi   
Pubblicazioni
Clarithromycin-resistance of Helicobacter pylori strains isolated from children gastric antrum and fundus as assessed by fluorescent in-situ hybridization and culture on four-sector agar-plates.
Inflammatory bowel disease in children and adolescents in Italy: Data from the pediatric national IBD register (1996-2003).
Review article: future research on coeliac disease - a position report from the European multistakeholder platform on coeliac disease (CDEUSSA