Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

sito non più aggiornato
 

Sezioni

Tu sei qui: Home / ircad / Diabetologia Pediatrica (Novara)

Diabetologia Pediatrica (Novara)

ultima modifica 12/12/2012 13:36
Sede: Clinica Pediatrica, Ospedale Maggiore di Novara, corso Mazzini 18, 28100, Novara
Attività assistenziali
 
Punto di riferimento per la cura di diabete nel bambino della Regione Piemonte per il Quadrante Nord-Orientale,  raccoglie gli esordi che giungono alla Clinica Pediatrica, e quanti vengono inviati da altri Ospedali del Quadrante, sia dall’esordio, sia nella fase successiva di istruzione del soggetto con diabete e della sua famiglia. L’attività di ricovero e di day-service, riservata attualmente –secondo i direttive regionali- a chi necessita di terapia urgente ed indilazionabile, viene eseguita in Clinica Pediatrica attraverso protocolli di gestione condivisi da tutti gli operatori sanitari. Così pure l’attività di Pronto Soccorso, presente in Clinica 24/24 ore e per 365/365 giorni all’anno, garantisce una continua assistenza diabetologica delle emergenze, secondo protocolli di gestione concordati e condivisi da tutti gli operatori sanitari.
L’ambulatorio è situato in un locale adiacente al PS, facilitando l’accesso all’utenza, ed è eseguito con prenotazione attraverso la Segreteria (03213733474) o diretta (03213733793) degli appuntamenti, con tempi d’attesa ridottissimi (mediamente 2 gg), anche al di fuori degli orari prestabiliti, per andare incontro alle necessità scolastiche rei ragazzi e lavorative dei famigliari; il follow-up dei ragazzi con diabete è eseguito in Ambulatorio, con appuntamenti prestabiliti indicati di volta in volta al Paziente, e richiamandoli nell’imminenza della visita.
Negli ultimi anni è stato possibile ridurre significativamente il numero dei ricoveri in regime ordinario per diabete   grazie all'esecuzione di terapia medica (fleboclisi, insulina) in PS (cosiddette osservazioni brevi), e ridurre i tempi di degenza (prima diagnosi) grazie a visita diabetologiche ripetute e consecutive, programmate; quando le attitudini individuali lo permettevano è stato evitato talora anche il ricovero all’esordio.  Anche il supporto telefonico e la continua disponibilità degli operatori ha garantito rapidità di assistenza e sicurezza agli assistiti, riducendo in maniera significativa gli accessi in Ospedale per chetoacidosi.
Mediamente i tempi di ricovero all’esordio sono di 5 gg (superamento della chetoacidosi ed istruzione iniziale), le osservazioni di PS sono di 12 ore (superamento delle emergenze con chetoacidosi), ed i  day service di 5 ore (cambio della terapia utilizzazione della pompa d’insulina).
L’insieme di disponibilità telefonica, l’accesso ambulatoriale rapido e spesso ripetuto ad orari di comodo per l’utenza, la presenza di una competenza in Reparto e in P.S. rendono agevole il trattamento del paziente con emergenze o problematiche particolari. Nell’ambito dell’Ambulatorio è anche operativa una psicologa che in maniera indipendente e parallela contatta i pazienti, e stabilisce incontri secondo necessità e disponibilità individuali. Viene anche eseguita una consulenza dietologica. Le consulenze oculistiche, con fundus oculare e fotofundus, sono programmate in concordanza alle visite ci controllo, così come ecografia tiroidea (per concomitanza frequente di tiroidite autoimmune), consulenza gastroenterologica (per concomitanza frequente di malattia celiaca) e dermatologica (con capillaroscopia). Mediante l'attivazione di una rete preferenziale  con operatori interessati (neurologici e ginecologici) sono agevolati i relativi consulti.
Sotto il profilo terapeutico il Centro dispensa i materiali d’uso su modulistica indicata dalla Regione e –per l’esordio o improvvise necessità- direttamente.
 
 
Attività associativa e di ricerca
 In collaborazione con l’Associazione di Volontariato dedicata (AGD-Novara) esegue una serie di iniziative di tipo associativo, educativo (www.agdnovaraonline.it )per migliorare la qualità assistenziale e di vita dei ragazzi.
In ambito di SIEDP (Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica) esegue attività di indagine e ricerca clinica ed in IRCAD progetta e realizza ricerca scientifica.
 
Recapiti
Tel: 0321 3733 793 (Ambulatorio), 474 (Segreteria), 482 (Reparto: risponde 24/24 ore)

Staff

Direttore

Prof. Gianni Bona
 
Responsabile
Dott. Francesco Cadario: Dirigente Medico di I Livello
 
Medici Specializzandi
Dott.ssa Sara Zanetta
 
Psicologa
Dott.ssa Anna Brusati
 
Dietista
Dott.ssa Valentina Novara

Infermiera Professionale
Eliana Paglia
 
Selezione di 5 pubblicazioni
-Cadario F et al The transition process of patients with type 1 diabetes from paediatric to the adult health care service: a hospital based approach. Clin Endocrinol (Oxf). in press.
-Colombo C etal. Early Onset Diabetes Study Group of the Italian Society of Pediatric Endocrinology and Diabetes (SIEDP). Seven mutations in the human insulin gene linked to permanent neonatal/infancy-onset diabetes mellitus. J Clin Invest. 118:2148-56, 2008.
-Koster JC et al.The G53D mutation in Kir6.2 (KCNJ11) is associated with neonatal diabetes and motor dysfunction in adulthood that is improved with sulfonylurea therapy. J Clin Endocrinol Metab. 93:1054-61, 2008.
-Cadario F et al. Telecare for teenagers with type 1 diabetes: a trial. Minerva Pediatr. 59:299-305, 2007.
-Cadario F et al. Diabetes Study Group of the Italian Society for Pediatric Endocrinology and Diabetology. Younger age at diagnosis of type 1 diabetes mellitus in children of immigrated families born in Italy. J Endocrinol Invest. 27:913-8, 2004.