Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

sito non più aggiornato
 

Sezioni

Tu sei qui: Home / Corsi / master / I / 2012-2013 / Infermieristica di famiglia e di comunità

Master di I livello in "Infermieristica di famiglia e di comunità"

ultima modifica 11/01/2013 14:38
Anno accademico 2012-2013 - I edizione

 

Il Master in “Infermieristica di famiglia e di comunità” è un corso di formazione universitario per l’acquisizione da parte degli infermieri laureati e diplomati (DU e Diplomi equivalenti ai sensi della Legge 1/2002), delle competenze necessarie a:
  • identificare e valutare lo stato di salute ed i bisogni degli individui e delle famiglie nel loro contesto culturale e di comunità, riconoscendone le priorità di intervento;
  • pianificare ed erogare assistenza alle famiglie che necessitano di interventi specifici;
  • promuovere iniziative atte a favorire la salute degli individui e delle famiglie;
  • sostenere ed incoraggiare gli individui e le famiglie nella partecipazione alle decisioni relative alla loro salute;
  • identificare gli effetti dei fattori socio-economici sulla salute della famiglia ed indirizzare quest’ultima alle strutture più adatte a perseguire e realizzare la migliore qualità della vita;
  • pianificare e realizzare interventi informativi ed educativi rivolti ai singoli, alle famiglie e alle comunità, atti a promuovere modificazioni degli stili di vita e migliore aderenza ai piani terapeutici e riabilitativi, utilizzando e valutando diversi metodi di comunicazione;
  • partecipare alle attività di prevenzione; • coordinare e gestire l’assistenza, compresa quella delegata ad altro personale;
  • partecipare alla ricerca, recuperando dati epidemiologici e clinici in relazione a specifici obiettivi conoscitivi e assistenziali;
  • definire standard di qualità operativa e valutare l’efficacia delle attività infermieristiche di famiglia.


Sbocchi occupazionali:
L’infermiere di famiglia ha un ruolo fondamentale durante tutto il continuum assistenziale, compresa la promozione della salute, la prevenzione della malattia, la riabilitazione e l'assistenza ai malati ed ai morenti. Anche se il titolo di Infermiere di famiglia fa supporre che oggetto dell’assistenza siano soltanto i membri delle famiglie così come comunemente intese, in effetti il ruolo è molto più ampio, comprendendo tutte le persone della comunità, sia che vivano con altri in una casa, sia si tratti di persone senza dimora e/o in qualche modo emarginate, nonché la comunità stessa. L’infermiere di famiglia gioca inoltre un ruolo importante nel potenziamento delle comunità e nel lavoro congiunto con queste per incrementarne le risorse ed i potenziali e perché queste riescano a trovare soluzioni proprie ai loro problemi.